I Cari Estinti e il Medianismo

seduta medI cari estinti fanno parte del regno dello spirito, ma operano a una frequenza energetica diversa da quella degli Angeli.Perciò, per quanto possano avere qualità angeliche, in verità sono “spiriti guida”, più che Angeli. Nondimeno, il processo di guarigione personale e professionale prevede imparare a entrare in contatto con loro tramite una pratica chiamata medianismo.

Puoi certamente contattare amici e familiari trapassati. E ti raccomando di farlo se hai delle questioni in sospeso con loro, per esempio una rabbia irrisolta, o se ti preoccupi della loro felicità. Di certo puoi ottenere buoni consigli da un tuo caro che non c’è più, ma devi prenderli con lo stesso salutare scetticismo che adotti quando a consigliarti è un amico vivente. Ricorda : le persone non diventano sante o sensitive solo perché sono trapassate. Magari sono più pazienti e hanno una maggiore comprensione delle cose dal punto di vista spirituale, ma sono ancora lo zio Mario e la zia Luisa, dunque mantengono le loro personalità terrene e i loro antichi vizzi. Senza dubbio saranno felici di aiutarti, soprattutto per risolvere problemi attinenti alle loro specialità terrene , ma per un consiglio fidato riguardo alle grandi questioni della vita è meglio affidarsi al Creatore e agli Angeli.

Non temere di disturbare i tuoi cari estinti se li contatti come sulla Terra, anche nel regno dello spirito le persone sono dotate di libero arbitrio. Se sono occupate ti manderanno un messaggio attraverso l’etere o tramite un altro caro defunto. In verità l’unica cosa che trattiene i tuoi cari estinti è la mancata elaborazione del lutto da parte tua. Sono ben contenti di consegnarti un messaggio che possa alleviare il tuo dolore, dicendoti che ti amano e che stanno bene nell’Aldilà. E’ normale piangere la morte di un proprio caro per mesi, ma poi la depressione e la rabbia dovrebbero esaurirsi. Ci sono persone che vivono il lutto per anni rinunciando alla loro stessa vita. Chi poi non riesce proprio a superarlo, spesso manifesta tendenze suicide, sviluppa una dipendenza dai tranquillanti o si isola chiudendosi in casa.Questi comportamenti possono ostacolare la crescita spirituale dei cari estinti. Il favore più grande che puoi fare a chi è trapassato è rielaborare il lutto guarendo il tuo cuore. Per farlo puoi unirti a un gruppo di sostegno, entrare in contatto con la persona defunta e assicurarti che stia bene, tenere un diario e prenderti cura del tuo corpo.

animePraticare il Medianismo

Se hai perso una persona a cui eri molto legato, è probabile che sia rimasta al tuo fianco dopo il trapasso, e magari torna a trovarti regolarmente. Infatti, oltre agli Angeli, gli Arcangeli e i maestri ascesi, puoi contare anche sull’aiuto delle persone amate che ora sono nell’Aldilà. Possono essere parenti morti prima che nascessi, persone con cui hai avuto un legame molto intimo o anime del passato che possono offrirti insegnamenti speciali per lo scopo della tua vita.

Quando le persone lasciano il piano terreno, viene data loro la possibilità di lavorare al servizio degli altri;così facendo possono favorire la propria crescita spirituale e al contempo aiutare altre persone. Alcune anime si offrono volontarie per sostenere i loro cari ancora in vita. Di solito scelgono di restare fino a che le persone di cui si occupano concludono il proprio percorso terreno. La misurazione del tempo è diversa in Cielo, perciò se la persona vive fino a novantacinque anni, nell’ Aldilà questo periodo sembra molto più breve.

Queste anime ti stanno accanto perché si interessano a te. Inoltre, può darsi che tu abbia una missione simile alla loro; in altre parole, starti accanto è un modo per realizzare attraverso di te lo scopo della loro vita, se non riuscite a farlo quando erano incarnate in un corpo terreno. Se ti hanno dato lo stesso nome di tua zia Susanna, è probabile che sia lei il tuo spirito guida. Di solito gli omonimi ti sono accanto. Forse i tuoi genitori ti hanno dato lo stesso nome di tua zia perché a livello intuitivo ravvisavano delle somiglianze tra i vostri percorsi di vita. Quando la zia Susanna decide di diventare il tuo spirito guida, prima di mettersi all’opera deve seguire l’equivalente di un programma di formazione per consulenti spirituali.  In questa scuola celeste impara a starti accanto per supportarti senza interferire con il tuo libero arbitrio, apprende anche a muoversi nel piano astrale e a essere sempre a portata d’orecchio in modo da sentirti quando le chiedi aiuto. le viene insegnato a comunicare con te attraverso i tuoi canali di comunicazione spirituali più forti, come i sogni, la voce, le sensazioni di pancia o le intuizioni. L’addestramento di uno spirito guida richiede tempo. E’ per questo che le persone appena defunte non sono sempre al nostro fianco. Solo chi ha superato questa lunga fase di preparazione può starci accanto giorno e notte.

Poniamo che la zia Susanna fosse una brava giornalista e che tu sia un’aspirante scrittrice. Scrivere fu dunque parte dello scopo della tua vita. Perciò quando chiedi al Cielo: ” Qual è la mia missione di vita?”, tua zia ti incoraggia telepaticamente a scrivere. Come è ovvio, lo fa solo perché sa bene qual è la missione divina che Dio ti ha assegnato. La ragione principale per contattare queste guide sia ottenere l’aiuto supplementare che possono offrirci, oltre a mantenere o approfondire il nostro rapporto con loro. Invece di giudicarti, ti guardano con empatia intervenendo sui tuoi comportamenti solo se vedono che il tuo stile di vita ti sta uccidendo ( per esempio se hai una dipendenza) o se ti impedisce di adempiere allo scopo della tua vita. Percepiscono semplicemente i nostri veri pensieri e le nostre vere emozioni in ogni circostanza. Siccome, sono consapevoli di quello che senti e che pensi veramente, non c’è bisogno di nascondere ai tuoi spiriti guida le preoccupazioni che ti assillano. I tuoi cari ti chiedono di aprirti completamente, di parlare con la massima sincerità della tua rabbia, della tua paura, del senso di colpa, delle preoccupazione e di tutte le tue emozioni irrisolte. Puoi esprimere questa tua confessione in una lettera indirizzata al defunto, in un discorso pronunciato ad alta voce o formulando mentalmente le cose che vorresti dirgli. Puoi comunicare con i tuoi amici e familiari defunti in qualunque momento e in qualunque luogo. Le loro anime non risiedono al cimitero, sono libere di spostarsi in tutto l’Universo. E non temere di disturbare la loro pace. Tutti, sia i vivi che i morti, vogliono sanare situazioni irrisolte, quindi i tuoi cari estinti sono impazienti e motivati quanto te ad affrontarle.perciò quando avverti la presenza di uno spirito guida, fidati di questa sensazione! Il corpo riconosce ciò che lo circonda e trasmette informazione alla mente. Se accetti le tue capacità medianiche, se già a buon punto per instaurare una comunicazione chiara con il Cielo.

Tutti siamo capaci di comunicare con il caro estinto di un’altra persona. In altre parole, siamo tutti medium ugualmente dotati. Le differenze apparenti tra le capacità medianiche degli individui dipendono dalla maggiore o minore fiducia nelle proprie sensazioni o intuizioni, come ho spiegato poco fa. E’ importante concentrarsi solo sul contatto e sull’amore che lega la persona in Cielo e la persona a lui legata. Immagina un flusso di luce benefica sgorgare dal tuo cuore e dai cuori delle persone coinvolte nella seduta. Visualizza queste luci amorevoli fondersi e unirsi  in un tutt’uno. Nel medianismo è importante focalizzarsi sulla domanda ” Come posso essere utile?” e sulla risposta che si dà. L’ ego tenta di insinuarsi con preoccupazioni autocentrate tipo “che succede se sbaglio qualcosa?” e ” che succede se mi rendo ridicolo?” La nostra attenzione deve essere rivolta all’aiuto essere in contatto con il tuo Io superiore. Il tuo Io Superiore è sensitivo al cento per cento, sempre. L’ ego, al contrario, è interamente fondato sulla paura,perciò non è affatto sensitivo. Focalizzati quindi sull’aiuto che doni o ricevi da questa seduta medianica e vedrai che tutto andrà bene!i defunti con cui entri in contatto durante l’attività medianica sono solo persone, come te e me. L’unica differenza è che non hanno più un corpo fisico. Per il resto sono esseri umani, dotati di un ego e di sentimenti veri. Di certo sono più tolleranti e più inclini al perdono dopo essere ascesi al Cielo, ma apprezzano ancora che si osservino le buone maniere durante le sedute. Loro conoscono la vera natura delle motivazioni per cui svolgi le sedute medianiche. Sanno per certo se il tuo interesse è sincero e se vuoi aiutare gli altri, o se ti importa di più alimentare il successo  e la tua ricchezza diventando famoso.   Terapia Angelica – Doreen Virtue

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...